Incontro in Italia per i partner di SuperMAN

31 maggio 2012

Secondo incontro di coordinamento tra i partner del progetto SuperMAN, ovvero Supermarkets Meet Accessibility Needs, promosso dalla Cooperativa Sociale Kara Bobowski di Modigliana.

Dal 13 al 16 giugno 2012 la Cooperativa accoglierà delegazioni da Francia e Germania per fare il punto sul progetto e confrontarsi sulle azioni future. Saranno presenti rappresentanti dell’associazione francese Les Papillons Blancs, del Landkreis Kassel e dell’ente di formazione tedesco Bupnet.

SuperMAN, finanziato con il supporto della Commissione europea nell’ambito del programma Leonardo da Vinci – misura Trasferimento dell’Innovazione, si ispira ad un’esperienza avviata in Francia nel 2007 dall’associazione Unapei, promotrice di un percorso di sensibilizzazione e formazione sulla disabilità mentale rivolto al personale dei supermercati E.Leclerc.

Attualmente sono oltre 200 i punti vendita E.Leclerc che hanno aderito all’iniziativa ottenendo un simbolo di accessibilità ad hoc, ed oltre 500 i membri del personale che hanno acquisito strumenti per poter offrire accoglienza, ascolto e accompagnamento adeguati ai loro clienti con disabilità mentale.

In Italia, grazie alla collaborazione con Commercianti Indipendenti Associati, cooperativa associata Conad, il progetto sarà sperimentato in venti supermercati delle province di Forlì-Cesena e Ravenna. In Germania, invece, sarà coinvolta la catena di distribuzione Tegut.

Il programma dell’incontro in Italia si aprirà, il giorno 14 giugno, con il benvenuto presso il comune di Forlì, partner del progetto, da parte dell’assessore al Welfare Davide Drei. La delegazione, poi, farà visita a due dei supermercati aderenti a SuperMAN: il Conad Ravaldino e l’ipermercato di Punta di Ferro. La giornata del 15, invece, sarà dedicata ad un confronto sul tema della formazione per il personale dei supermercati, prevista ad autunno 2012.

“SuperMAN è senz’altro un progetto innovativo – commenta Simona Carloni responsabile comunicazione della Kara Bobowski – che va ad integrarsi con i tanti percorsi verso l’autonomia diretti alle persone con disabilità. Ma rappresenta l’altra faccia della medaglia: è la società che deve acquisire gli strumenti per potersi rapportare in modo adeguato a tutti i suoi membri”.

 

 


    Aggiungi un commento

Torna a inizio pagina
Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea
Patrocinio logo

Link

Progetto SuperMAN

L'Autore è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute


privacy - informativa sui cookies
Con il patrocinio di